Fare assistenza con CrossLoop

Uno dei miei pallini è sempre stato la possibilità di accedere ad un computer da un altro computer. Recentemente, per motivi di lavoro, sono venuto a conoscenza di una categoria di applicazioni che consentono di prestare assistenza ad altre persone nel mondo comandando direttamente il loro pc in condivisione di desktop. Una figata.

Al lavoro utilizziamo Teamviewer, un ottimo programma dotato di due sole pecche: si paga e non funziona su sistemi Linux. Queste sue caratteristice mi hanno portato alla ricerca di altri programmi equivalenti.

CrossLoop non funziona su Linux ma almeno è gratuito. Dopo averlo scaricato ed installato, si presenta con una piccola finestrella che cambia in base all'utilizzo che se ne deve fare: fornire o ricevere assistenza.

Ecco un'immagini che dovrebbe chiarire come funziona il giochino:

Ieri ho testato il funzionamento dell'applicazione collegandomi ad un amico palermitano che mi aveva fornito il codice di accesso attraverso MSN. L'applicazione sembra funzionare molto bene e il desktop remoto sembrava molto fluido.
Ho poi provato a collegarmi dal mio notebook al mio pc fisso e ci sono riuscito senza problemi. Non sono riuscito a fare il contrario, probabilmente a causa delle scarsezza di risorse hardware a disposizione del mio pc fisso.

Il programma si avvia anche su Ubuntu utilizzando Wine ma al momento non sono riuscito a comunicare con altri computer.

6 commenti:

peterrei ha detto...

Io uso il desktop remoto, quello di windows XP, che differenza c'è con il prodotto CrossLoop?

Andrea ha detto...

Non ho mai usato il desktop remoto di Windows.

Il vantaggio dei sistemi com CrossLoop e TeamViewer sta nel fatto che per far comunicare due pc non c'è bisogno di fare nulla a livello di firewall e router.

Ad esempio per fare assistenza con VNC dovresti fare l'inoltro della porta 5900 (mi pare) tramite le impostazioni del router; una cosa abbastanza scomoda.

peterrei ha detto...

Il fatto è che io lo suo sulla intranet aziendale, metto l'indirizzo IP della macchina da usare ed entro.
Ovviamente devo avere una user e passwd di quella macchina.
Probabilmente il desktop remoto non funzionerebbe su internet. Se avessi l'ADSL a casa con contratto FLAT fare i la prova..ma non ce l'ho.
Ciao

Andrea ha detto...

Ok, allora immagino che funzioni come VNC.

Per far funzionare VNC e il Desktop Remoto di Windows attraverso internet dovresti creare una Virtual Private Network in grado di incapsulare il tutto e farlo viaggiare sulla rete in modo trasparente.

runner75 ha detto...

Mi permetto di dare un piccolo consiglio...
A parte le reti sotto proxy con porte bloccate ho trovato molto funzionale l'utizzo di hamachi
hamachi crea una vpn tra 2 pc e permette di simulare una lan passando attraverso eventuali firewall etc.

Il bypass di firewall è legato al fatto che ci si collega ad un server esterno aprendo di fatto una connessione "richiesta" (non addentriamoci troppo in tecnicismi in un semplice commento)
:D
Una volta collegati i 2 pc alla rete è possibile usare tutti i prodotti che si vuole.

Segnalo inoltre che oltre a VNC con linux è possibile usare direttamente XDMCP e per vedere le macchine win da linux è possibile collegarsi al remote desktop (ove presente)

PS: complimenti per il blog!Runner75

Michele ha detto...

sto testando crosloop dall'abruzzo alla regione delo champagne in francia e vi posso die che con le mie impostazioni di rete abbastanza precarie,(cioè adsl fastweb, due power-line con distanza 120m, un router sparkline wi-fi) mi connetto in remoto ad un altro portatile con linea SFR in francia e vi assicuro che funziona da dio

Posta un commento