Precedenti pericolosi

Pochi giorni fa, il 22 novembre, era l'anniversario dell'assassinio di John Fitzgerald Kennedy (spero di averlo scritto giusto) avvenuto nel 1963.
A cavallo di tale data LaStoriaSiamoNoi, l'unico residuo di TV intelligente rimasto, ha raccontato la vicenda ed in particolare i risvolti più nascosti (agli italiani almeno) relativi alle indagini sull'assassinio.
La cosa che mi ha colpito sono stati i numerosi errori nell'indagine dovuti anche a manomissioni di prove, all'uccisione di testimoni oculari e all'uccisione del presunto unico assassino.
Non sto a raccontarvi la storia, non è il mio scopo. Cercate su internet se siete interessati.

Quello che voglio sottolineare è che in quell'occasione ce l'hanno fatta bere. Hanno rivoltato la faccenda come volevano loro (loro chi? boh... i mandanti dell'omicidio non si conosco dato che lo stesso è stato catalogato come l'opera di uno squilibrato comunista o simile) anche uccidendo altre persone.
Hanno creato una menzogna globale!


Facciamo un salto di 38 anni in avanti. Andiamo nel settembre del 2001. Anche in quell'occasione c'è stato un attentato a due delle cose più rappresentative degli Stati Uniti: il Pentagono e il WTC.
Anche in questo caso si è immediatamente data la colpa ad un folle (Osama Bin Laden) senza avere prove sufficienti e sicure.

Non sono di quelli che non credono all'impatto degli aerei, che credono alle bombe dentro le torri, che credono al missile sul pentagono, che credono alla fuga degli ebrei, ... sono tutte credenze smentibili, è sufficiente leggere uno dei tanti siti anti-bufala: http://undicisettembre.blogspot.com/.

Credo però che quello successo a Kennedy (anzi, ai due Kennedy) sia un precedente importante e ci dovrebbe mettere qualche dubbio anche su all'attentato del 2001. Non credo fosse una sorpresa per tutti...

4 commenti:

Posta un commento