E il chupacabras divenne un ciapavloc...

Scrivo mentre sto guardando una delle trasmissioni più inutili della TV italiana: Voyager di Roberto Giacobbo. La definisco inutile perché non fornisce informazioni nonostante dica di farlo.

La prima parte del titolo dell'articoletto è presto spiegata: poco fa parlavano di un misterioso (perché?) ritrovamento del cadavere di un Chupacabras ovvero un animale simile al cane che uccide il pollame senza poi portarne via i cadaveri (tipico comportamento dei cani dentro i pollai) e che secondo loro non lasciava tracce di sangue (si può morire anche di soffocamento).

Comunque sto Roberto Giacobbo è andato in America a vedere il cadavere di cui però c'era solo la testa tirandola lunga per una mezzora buona dicendo oscenità insieme alla signora che aveva catturato la testa del fantomatico animale. Ad esempio hanno detto che l'animale non ha la pelliccia come gli animali che vivono sottoterra (infatti le talpe e i topi hanno la pelliccia, le marmotte hanno la pelliccia, l'elefante no, ma forse è troppo grande per vivere sotto terra). Dopo una mezzora di oscenità si sono decisi a dare i risultati dell'analisi del DNA che ha confermato che si tratta di un coyote sfigato che probabilmente era senza pelliccia per qualche sfiga particolare (anche l'arbitro Collina è senza un pelo ma ciò non significa che sia un chupacabras).

Quindi sto Roberto Giacobbo ha mandato in onda un'ora di trasmissione per dirci che quel chupacabras era un coyote? Ma cavolo bastava anche un telegramma per dirlo!

Cos'è il ciapavloc? Ciapavloc in romagnolo vorrebbe dire "acchiappa allocchi". Visto che Roberto Giacobbo ci è caduto in pieno raggiungendo la signora in America e facendo una trasmissione di un'ora penso che tale nomignolo stia proprio bene all'animale e alla signora bionda.

Visto che Roberto Giacobbo si diverte a rincorrere le cazzate coi soldi della Rai vorrei ricordargli che in Romagna abbiamo il Mazapégul su cui può fare una trasmissione: almeno non ha bisogno di prendere l'aereo per andare in America...

2 commenti:

pigaz ha detto...

Voyager è diventato veramente un programma osceno. Verso la fine quando si è messo a parlare del "cucciolo di drago" nella bottiglia si è veramente ridicolizzato.

Anonimo ha detto...

A noi voyager piace Tantissimo, soprattutto le 60 puntate in cui hanno parlato di John Titor...
Stefano e Sergio

Posta un commento