Chevrolet Matiz 800 Smile a GPL

La mia prima macchina! E' la prima macchina intestata a me (e a mia mamma per risparmiare sull'assicurazione).

L'ho portata a casa lunedì ma solo oggi ho fatto le foto infatti, come si vede, i gatti hanno già avuto l'occasione di passeggiarci sopra con le zampine infangate.

Si tratta della Chevrolet Matiz 800 Smile che in italiano sarebbe la versione base che però è dotata dei finestrini anteriori elettrici, degli specchietti regolabili da dentro, di tutti i tergicristalli e della predisposizione per l'autoradio articoli che nelle versioni base di altre auto sono optional!

Ho preso la versione a GPL in modo da fare il gesto dell'ombrello a tutte le normative antinquinamento che ci stanno limitando la libertà. Se avessi preso un euro4 solo a benzina o a gasolio tra poco tempo sarei comunque stato fermato dato che è in arrivo l'euro5.
L'impianto a GPL è gestito totalmente in maniera elettronica. Il motore parte a benzina poi, raggiunti circa i 30°C, passa a GPL automaticamente senza che ci si accorga di nulla.
La bombola sta al posto della ruota di scorta e quindi è invisibile e non occupa spazio nel bagagliaio dove però si trova il ruotino di scorta chiuso in una borsa. Il ruotino può comunque essere spostato a piacimento anche dentro l'abitacolo in caso di necessità.



L'ho pagata 8500 euro.

L'auto va a sostituire la Fiat Panda 750CL (una versione veramente base) che sentiva il peso dei 16 anni nonostante i soli 77000km percorsi.

Passiamo alla recensione.

Aspetti positivi:
  • Motore silenzioso rispetto a quello della Panda750 (quando è al minimo non si sente proprio);
  • Motore potente (52cv) e brillante (anche alimentato a GPL) nonostante i consumi estremamente ridotti;
  • Il prezzo sicuramente inferiore ad ogni altro modello di ogni altra casa costruttrice;
  • Impianto a GPL sequenziale della BRC montato dal costruttore;
  • Innesti del cambio sicuri e precisi (non come la quinta della Panda750).

Aspetti negativi:
  • Apertura del bagagliaio solo tramite chiave (nelle versioni più costose c'è un comando dal posto di guida);
  • Strumentazione posta al centro della plancia (è comoda ma non riesco a farmela piacere);
  • L'indicatore del livello del GPL è posto dietro al volante (vicino alla regolazione dell'altezza delle luci) e non è visibile dalla normale posizione assunta durante la guida;
  • L'alloggio dell'autoradio non è standard. E' necessario acquistarne uno adatto o costruirselo come ho fatto io;
  • I passeggeri posteriori non devono essere troppo alti (meno di 178cm) dato che si tocca la testa nel tettuccio se si sta seduti tenendo la schiena completamente appoggiata allo schienale;
  • La vernice nel bagagliaio non è stata lucidata e quindi risulta rossa opaca.



Sono contento dell'acquisto. Credo di essere l'unico insieme a mio babbo. Mia sorella e il suo ragazzo si sono dimostrati indifferenti. Due mie zie hanno detto che uno come me si meritava un'auto migliore senza dare una definizione di "migliore". Altri amici sono stati abbastanza freddi quando ho detto che avevo preso una Matiz 800cc (sono tutti fanatici dei cavalli vapore). Altri mi hanno raccontato retroscena pericolosi sul trasporto di tali macchine. Altri ancora mi hanno detto che se faccio un incidente mi ammazzo (ostcia che augurio!). Altri mi hanno detto che non è di qualità.
L'unico fuori dal coro è stato Michele che almeno mi ha fatto i complimenti per la scelta del GPL e per la scelta di una macchina che consuma poco (lui che ha una MG da 100 e passa cavalli).

2 commenti:

Michele ha detto...

:-D
Infatti i 103cv della mia MG sono divertenti ... ma il benzinaio quando mi vede passare mi sorride!
Urbo, il tempo ci darà ragione! Vedrai che fra un po sorelle e zie si ricrederanno!

Dario ha detto...

ottimo acquisto, auto economica dai bassi costi di gestione, con pochi fronzoli soggetti a guasti, molto semplice e rilassante da guidare, dalle dimensioni contenute ma con una buona abitabilità, senza contare la facilità di parcheggio, si infila un pò ovunque.

Auguri per l'acquisto e nascondi le chiavi, che tra un po la sorella e la mamma te la fregano, per andarci in giro loro.

Posta un commento