Tagliaerba per le rive dei fossi (2)

Due anni fa ho scritto il primo articolo sul tagliaerba per le rive dei fossi. Oggi pubblico un aggiornamento in quanto ho avuto modo di utilizzarlo nuovamente e di realizzare foto e video durante l'utilizzo.

Rispetto due anni fa sono state fatte un paio di importanti modifiche. La prima riguarda l'aggiunta di ruote che, insieme al rullo posteriore, permettono di rendere il tagliaerba indipendente dalle oscillazioni del trattore. Inoltre, durante la lavorazione, l'attrezzo non pesa sul sollevatore del trattore.
La seconda modifica è stata eseguita sul trattore Valpadana a cui è stata aggiunta un'uscita idraulica a semplice effetto con comando ritenuto da cui prelevare l'olio per alimentare, tramite innesti rapidi, il distributore del tagliaerba. In questo modo quando si usa il tagliaerba è sufficiente deviare l'olio sul distributore dell'attrezzo. mantenendo inalterata la funzionalità del sollevatore.



Per prima cosa si procede con il taglio della parete verticale del fosso avanzando in seconda marcia o in terza marcia a seconda della quantità di erba da tagliare. Aiutandosi con lo sterzo del trattore e con la traslazione idraulica del braccio si deve avanzare mantenendo costante la distanza tra il piatto di taglio e la parete del fosso.  In caso di contatto, il piatto può ruotare all'indietro sollevandosi oltrepassando l'ostacolo.



Terminate le pareti verticali sono passato al taglio orizzontale piegando il piatto all'indietro e tenendolo leggermente orizzontale. Ho notato che con molta erba come in questo caso, conviene procedere il retromarcia in modo che l'erba spostata dal piatto venga piegata sul campo anziché sul fosso e che possa quindi essere comunque tagliata dalla lama.

Ecco il video:


2 commenti:

Albe ha detto...

Mancava solo il video! Come mi consigliavi potrebbe proprio fare al caso mio...

Enrico Cavazza ha detto...

non sapevo nemmeno che esistesse un "coso" cosi ...

Posta un commento